domenica, 4 Dicembre 2022
HomeLeggi e normativeUe finanazia progetto "Adriatic Port Community"

Ue finanazia progetto “Adriatic Port Community”

Ha preso il via a Venezia, alla presenza del Presidente Paolo Costa, dell’Assessore al Bilancio e Enti Locali della Regione Veneto, Roberto Ciambetti, e dell’Autorità di Gestione del Programma IPA Adriatico, Giovanna Andreola, il progetto “Adriatic Port Community” (APC) .
Il progetto è stato sviluppato ed approvato nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico, con lo scopo di favorire lo scambio di informazioni tra i porti dell’area Adriatica e Ionica, con particolare riferimento ai traffici RO-RO e alle linee di corto raggio (Autostrade del Mare) esistenti e future.  L’Autorità Portuale di Venezia è capofila del progetto che ha come obiettivo la realizzazione di un prototipo di “single window” comune tra i porti interessati ed, in particolare con l’Autorità Portuale di Igoumenitsa (Grecia), l’Autorità Portuale di Ploce (Croazia), l’Istituto Universitario di Tecnologia dell’Epiro(Grecia) e Università Politecnico di Atene (Grecia).

I partner del progetto avranno il compito di analizzare tutte le procedure e processi interni ai porti: individuando in particolare quelle relative a flussi di merci, procedure doganali e trasporti terrestri, al fine di individuare soluzioni ottimali da mettere a sistema attraverso l’impiego di tecnologie innovative (ICT “information communication technology”).
Una volta individuati i requisiti tecnici del sistema informatico si procederà alla sua realizzazione e all’applicazione in via sperimentale. Nello specifico verrà testata l’applicazione alla gestione dell’arrivo e partenze delle navi, alle procedure doganali (custom import/export clearance) e ai sistemi di prenotazione arrivo e parcheggio per i mezzi terrestri in ingresso nei porti. Si prevede che il sistema sarà operativo a partire da 2013.

Il sistema, una volta a regime, consentirà un miglior interscambio di informazioni tra i porti, la riduzione dei tempi per l’espletamento delle procedure amministrative connesse all’arrivo e partenza delle navi e, in sintesi, un miglioramento dell’efficienza e della competitività degli stessi.

Il budget totale a disposizione dei partner è di 2.557.000 euro dei quali oltre 1 milione di euro per l’Autorità portuale di Venezia.
Per il porto di Venezia il progetto rappresenta: “un’importante iniziativa per sviluppare un sistema informatico utile allo sviluppo delle linee dirette con la Grecia e la Croazia, paesi che saranno tra i principali clienti del nuovo terminal dedicato alle Autostrade del Mare che sorgerà (già in costruzione con 4 accosti e relativa area logistica) in area Fusina per il 2013.”

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X