venerdì, 1 Luglio 2022
HomeLogisticaPerplessità per le parole del ministro Matteoli

Perplessità per le parole del ministro Matteoli

«Non me la sento di prendere un impegno forte sulla funzionalità delle ferrovie nel trasporto merci»: queste le parole del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Altero Matteoli, che durante un'audizione in Commissione lavori pubblici del Senato ha aggiunto che «è difficile tornare al trasporto su rotaie».

Giacomo di Patrizi, presidente di FerCargo, l'associazione che riunisce le imprese private italiane di trasporto merci su ferro, si dichiara «sorpreso e incredulo di fronte alle parole pronunciate dal Ministro Matteoli.

Dire che il trasporto merci su ferro è una modalità da abbandonare è antieconomico, miope dal punto di vista ambientale, ed è senza dubbio un danno per il sistema logistico del Paese e per le strade italiane, già al collasso».

«FerCargo» continua Giacomo di Patrizi «conosce molto bene le realtà del resto d'Europa e, a differenza dell'Italia, Paesi come Francia, Svizzera e Germania, stanno investendo pesantemente nel trasporto su ferro, registrando tassi di crescita notevoli, anche del 15% annuo. E questa è esattamente la direzione indicata dall'Unione Europea».

A queste critiche si aggiungono quelle di Assoferr, l'associazione degli operatori ferroviari e intermodali, che ha espresso «profondo sconcerto e preoccupazione», auspicando inoltre «una pronta rettifica da parte del ministro poiché, in una situazione in cui le ferrovie merci hanno già perso 24 milioni di treni/km in tre anni, si tratterebbe di una totale resa verso la necessità di un riequilibrio modale necessario invece per dare al Paese un sistema logistico e trasportistico moderno ed ecologicamente sostenibile».

Assoferr auspica al contrario «un impegno forte da parte Governo nel completamento del processo di liberalizzazione del mercato ferroviario e nella creazione di tutte le condizioni che lo rendano effettivo, con ogni necessaria garanzia di trasparenza e sicurezza».

Da Logisticamente

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X