mercoledì, 30 Novembre 2022
HomeLogisticaLa Spezia e Verona puntano sul TiBre

La Spezia e Verona puntano sul TiBre

La Spezia e Verona premono per l’attuazione dell’asse Tirreno-Brennero. Se ne è parlato a La Spezia alla presenza del presidente della Provincia della Spezia, Marino Fiasella, del presidente della Provincia di Verona, Giovanni Mozzi, del presidente dell’Autorità portuale spezina, Lorenzo Forcieri.
Sono stati confermati gli impegni assunti lo scorso anno dalle istituzioni e dalle società di gestione di porti e interporti per lo sviluppo del corridoio Tibre. Fiasella ha ribadito che «Verona rappresenta lo snodo più importante per l’accesso all’Europa e che La Spezia, con la sua struttura portuale, riveste un ruolo significativo di connessione fra il mare e il centro Europa». Mozzi ha sottolineato che «il Quadrante Europa ha recentemente ricevuto un riconoscimento come 1° interporto europeo. Migliorare i rapporti con un’altra eccellenza come quella del porto della Spezia è fondamentale per creare sinergie costruttive e progetti concreti». Per Forcieri l’obiettivo è «crescere, creando economia e ricchezza. Il sistema per ottenere ciò è avere un porto sempre più efficiente ed attrezzato. Bisogna fare sistema rendendo competitivi tutti gli attori coinvolti nell’accordo in modo da creare una massa critica, una lobby positiva».

Da Shippingonline

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X