martedì, 7 Dicembre 2021

Il terzo Fratello

Dopo l’IVECO S-Way per le mission on-road e l’X-Way per le mission off-road leggere, ecco che il Costruttore italiano presenta il terzo fratello, quello più “tenace”, l’IVECO T-Way. Si tratta di un veicolo realizzato espressamente per gli impieghi off-road più difficili e per le condizioni più estreme. Erede dell’ormai leggendario Trakker uscito nel 2004, l’IVECO T-Way completa il rinnovamento della gamma pesante, inaugurata due anni fa con la presentazione dell’IVECO S-Way.

Nonostante il Trakker, sia stato per anni il re del cantiere, viaggia ormai sui vent’anni di età per IVECO era giunta l’ora di rinnovarsi e il T-Way è davvero innovativo: il nuovo veicolo è più moderno, più accattivante, più confortevole, una macchina diversa. E non certo soltanto per il design, per il nuovo family feeling, con una cabina comoda ed ergonomica, ma anche e soprattutto per la sostanza: sono cambiati l’impianto elettrico, le componenti elettroniche, gli assali, le sospensioni, il ponte. Le motorizzazioni sono le medesime, con la novità che la potenza massima del Cursor 13 è stata portata a 510 cv.

E la motorizzazione IVECO Cursor da 13 litri naturalmente offre tutta la potenza necessaria per la trazione e l’utilizzo della presa di forza (PTO). Va ricordato, inoltre, che per alcune configurazioni più leggere a trazione integrale, è disponibile anche il Cursor 9.

Una tradizione di robustezza

Il nuovo veicolo è stato studiato per sviluppare grandi prestazioni off-road, grazie alla tradizionale robustezza e affidabilità della famiglia IVECO, e alla rigidità torsionale. Il telaio, infatti, è realizzato in acciaio a elevata resistenza, con longheroni spessi 10 mm e con un momento torcente da 177 kNm che, secondo la Casa, è il migliore del segmento. L’assale anteriore vanta una capacità massima di 9 tonnellate e, al fine di massimizzare robustezza e prestazioni, il veicolo è dotato posteriormente di Hub Reduction di serie, la nuova sospensione pneumatica posteriore heavy-duty per assali tandem, in grado di ottimizzare il peso del veicolo e le prestazioni off-road con una maggiore altezza libera da terra e un migliore angolo di uscita.

Nella realizzazione dell’IVECO T-Way i progettisti sono riusciti a renderlo assolutamente flessibile, grazie all’ampiezza e alla profondità della gamma e alle tante varianti nelle quali è disponibile è in grado di diventare un valido supporto per ogni tipo di allestimento. L’incredibile versatilità, l’ampiezza e la profondità della gamma e la vasta selezione di varianti rendono l’IVECO T-Way il veicolo perfetto per qualsiasi tipo di mission, comprese quelle che richiedono un’elevata personalizzazione dell’allestimento.

Con versioni sia rigide che articolate, l’IVECO T-Way presenta la più ampia offerta di catene cinematiche sul mercato: trazione parziale per i modelli cabinati e trattori 6×4 e cabinati 8×4; trazione integrale per i modelli cabinati e trattori 4×4 e 6×6 e cabinati 8×8. La gamma a trazione integrale è stata estesa con nuovi passi (4 m, 4,2 m e 4,5 m) che permettono di trasportare carichi speciali senza alcuna necessità di modifica del telaio. La nuova architettura del sistema elettrico ed elettronico HI-MUX è totalmente compatibile con i sistemi di comando di ultima generazione. La nuova line-up di presa di forza include una PTO ad alte prestazioni di tipo “sandwich” che fornisce una coppia massima di 2.300 Nm.

Cambio automatizzato di serie

I motori possono essere abbinati sia al cambio manuale, sia alla nuova trasmissione automatizzata HI-Tronic a 12 o 16 velocità. Il cambio HI-TRONIX, infatti, è in grado di offrire nuove funzioni studiate proprio per la mobilità off-road. Tra queste ci sono la funzione Hill Holder, per agevolare la partenza in presenza di forti pendenze; la modalità Rocking, per disinnestare la frizione quando il veicolo è bloccato, rilasciando l’acceleratore; la modalità Creep, che permette di eseguire manovre precise a velocità ridotta, rilasciando il pedale del freno. Il sistema Hi- Cruise, poi, ottimizza ulteriormente l’efficienza della trasmissione, grazie al cambio marce predittivo, al Cruise Control predittivo e alla funzione Eco-Roll, che sfrutta l’inerzia del veicolo in discesa. Con questi nuovi algoritmi, il cambio Hi Tronix fornisce la strategia di cambio marcia ideale per qualsiasi applicazione. L’IVECO T-WAY è stato naturalmente progettato per massimizzare efficienza e produttività ed è, con questo scopo, dotato di un insieme di caratteristiche importanti come, per esempio, nuove funzioni telematiche e servizi digitali. C’è anche un’alternativa per il risparmio di carburante nelle missioni che richiedono un’occasionale capacità di trazione integrale All Wheel Drive (AWD): il sistema di trazione idrostatica Hi -Traction per i cabinati e i trattori 6×4. Il sistema funziona fino a 25 km/h e si attiva automaticamente per fornire, quando è necessario, una maggiore trazione idrostatica alle ruote anteriori, fornendo importanti vantaggi in termini di consumi e carico utile, rispetto alla soluzione con trazione integrale.

Pronto anche per i tratti di asfalto

Molto importante, in termini di carico utile, è la minore tara del veicolo, ridotta di 325 kg rispetto al Trakker, ottenuta grazie al nuovo design del supporto tandem sugli assali posteriori, ora composto da un singolo componente di fusione. Queste caratteristiche assicurano notevoli vantaggi nelle missioni che richiedono anche capacità on-road, come il trasporto di materiali da costruzione.

Attraverso la Connectivity Box di serie, il sistema di connettività fornisce capacità di telediagnosi e manutenzione predittiva, consentendo ai gestori di flotte di monitorare da remoto e in qualsiasi momento le prestazioni di ciascun veicolo. L’offerta dei servizi di connettività IVECO On è incentrata sulla massimizzazione della produttività e della durata del veicolo, minimizzando i fermi imprevisti.

La massima sicurezza, con funzioni che superano di gran lunga i requisiti di omologazione, è stata un punto cardine nella progettazione. Il nuovo impianto frenante con dischi freno anteriori sui modelli a trazione parziale (PWD), i freni a disco posteriori e l’EBS con assistenza alla frenata aumentano di molto la sicurezza dei driver. Inoltre, tutti i modelli sono dotati di nuovi ADAS (sistemi avanzati di assistenza alla guida), che includono il controllo elettronico della stabilità e il sistema Lane Departure Warning. Oltre alla sicurezza, l’IVECO T-Way assicura agli autisti anche un ottimo comfort del tutto simile a quello del fratello stradale: la cabina è disponibile in due versioni, cabina corta AD e cabina lunga AT con tetto basso o alto, ed è studiata per garantire uno stile di guida comodo ed ergonomico.

Sulle 4.500 unità che verranno prodotte annualmente – ha detto Carmelo Impelluso, IVECO Brand European – il 40% è destinato ai mercati europei, in particolare direi a Italia e Romania ma tutti i mercati europei saranno interessati. Anche se contiamo di raggiungere tutti i mercati, compresi quelli sudamericani.”

X