mercoledì, 30 Novembre 2022
HomeLeggi e normativeAtene: "Stiamo uscendo dalla crisi"

Atene: “Stiamo uscendo dalla crisi”

La Grecia è più ottimista di Ue ed Fmi – che oggi hanno riconosciuto ad Atene «progressi importanti» sul fronte del risanamento dei conti pubblici, pur avvertendo che rimangono dei rischi – sui dati dell’economia ellenica. A dirlo è stato il ministro delle Finanze George Papacostantinou, che ha annunciato tra l’altro per il prossimo anno l’intenzione di modificare il sistema di calcolo del Pil. «La nostra valutazione è più ottimista», ha affermato il responsabile delle Finanze di Atene, in un riferimento alle previsioni degli esperti di Bruxelles e di Washington sulla contrazione dell’economia greca. «Sulla base dell’evoluzione del Pil e di un’inflazione più elevata del previsto, noi avremo un deficit inferiore all’8,1% alla fine dell’anno», ha spiegato alla conclusione della missione di Ue ed Fmi iniziata il 26 luglio scorso.
Fatte le cifre, Papacostantinou è passato ad una professione d’orgoglio, rivendicando come, a sei mesi dall’esplosione della crisi, «abbiamo dimostrato che tutte le Cassandre avevano torto: noi otterremo la terza tranche (di aiuti del pacchetto da 110 miliardi di euro, ndr) e tutto quello che resta (dei prestiti), perché il governo è determinato» sulla strada del risanamento. La prossima missione ad Atene di Ue, Bce ed Fmi è prevista per ottobre ed il mese precedente dovrebbe essere versata alla Grecia la seconda tranche di aiuti da 9 miliardi di euro, come confermato questa mattina da un portavoce della Commissione europea.

Da Shippingonline

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X