lunedì, 20 Maggio 2024
HomeLeggi e normativePacchetto mobilità, approvazione definitiva dal Parlamento Europeo

Pacchetto mobilità, approvazione definitiva dal Parlamento Europeo

Dopo un iter burocratico durato tre anni, il Parlamento Europeo ha approvato, in seduta plenaria, il Pacchetto Mobilità, una serie di norme che fissa le regole comunitarie in materia di trasporto. Le nuove norme contribuiranno a garantire migliori condizioni di lavoro per i conducenti e parità di retribuzione, concorrenza più equa e lotta contro le pratiche illegali.

Secondo la Ministra delle Infrastutture e dei Trasporti Paola De Micheli l'”ok al pacchetto mobilità è un successo per l’Italia e per l’Europa”. Anche Paolo Uggè, Viceoresidente di Conftrasporto si è detto soddisfatto dell’approvazione. “Le nuove norme – spiega Uggè – dovrebbero dare una risposta al tema dei viaggi a vuoto degli autisti e delle differenze esistenti sul piano del costo del lavoro, disparità che hanno generato il pesantissimo fenomeno del dumping sociale. Il pacchetto appena varato dovrebbe quindi limitare gli episodi di concorrenza sleale che vengono messi in atto nei confronti delle imprese italiane, e finalmente dirigere il mercato verso un regime di concorrenza leale tra i diversi Paesi dell’Unione”.

Con le nuove norme i tachigrafi avranno un ruolo ancora più importante da svolgere perchè saranno utilizzati per registrare i passaggi di frontiera al fine di contrastare le frodi. Ruolo fondamentale quindi viene svolto dalle azeinde che sviluppano tecnologie per la mobilità. È il caso di Continental che con il suo DTCO 4.1, l’evoluzione del tachigrafo intelligente dell’azienda, consentirà l’attuazione delle nuove linee guida stabilite dal Pacchetto Mobilità I. Tra queste, le norme che disciplinano il cabotaggio e il distacco dei lavoratori nel settore dei trasporti sono le più significative. “Accogliamo con favore l’impiego del DTCO come strumento per monitorare la conformità alle nuove disposizioni sul cabotaggio e sul distacco dei lavoratori e riteniamo importante che i tachigrafi siano ora resi obbligatori anche per i veicoli con una massa complessiva compresa tra 2,5 e 3,5 tonnellate,” dichiara Gilles Mabire, Head of the Commercial Vehicles & Services business unit di Continental.Il Pacchetto Mobilità I contribuirà in misura determinante a rendere sempre più equa la concorrenza nel settore dei trasporti europeo, promuovendo al contempo una maggiore sicurezza. Questa è una buona notizia”.

“Penso che tutti trarranno beneficio da regole comuni nel nostro mercato unico, perché abbiamo visto che senza normative comuni, i diversi Stati membri iniziano a stabilire le proprie regole e ciò significa avere un mercato molto frammentato” ha dichiarato Henna Virkkunen, eurodeputata dei Popolari europei (Ppe).

Le norme sul distacco saranno applicabili 18 mesi dopo l’entrata in vigore dell’atto giuridico. Le regole sui tempi di riposo, compreso il ritorno dei conducenti, si applicheranno 20 giorni dopo la pubblicazione dell’atto. Le norme sul ritorno alla sede degli autocarri e le altre modifiche alle norme sull’accesso al mercato saranno applicabili 18 mesi dopo l’entrata in vigore dell’atto sull’accesso al mercato.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X